COME

Il counseling è un processo che prende il via dalla domanda del cliente, cioè da te.

La domanda non è altro che un bisogno di cambiamento in un ambito specifico della tua vita, la percezione di una fase di blocco, di difficoltà, di stallo, di confusione, di indecisione. Questo può avvenire nel lavoro, nello studio, nelle relazioni amorose o affettive, nella famiglia, insomma in qualsiasi ambito significativo della tua vita quotidiana.

Insieme al counselor, cioè me, si definisce questa domanda, si analizzano le aspettative, e si valuta se un percorso di counseling può essere un intervento idoneo alla situazione o se è il caso di ricorrere ad altre professionalità.

Questa prima esplorazione avviene nel primo colloquio conoscitivo, che è sempre gratuito.

Una volta definita la domanda, l’idoneità di un intervento di counseling e la nostra compatibilità si definiscono gli obiettivi del nostro percorso e si concordano suoi i termini: durata, modalità e costi.

L’intervento di counseling sistemico-relazionale è caratterizzato da tempi brevi perché è mirato a favorire l’autonomia del cliente, quindi il numero di colloqui sarà circoscritto e si definirà dall’inizio del percorso.

Non c’è un minimo, ma esiste un massimo, il mio è di dieci colloqui.

La durata di ogni colloquio è di 60 minuti.

I costi sono standard: 40 euro a colloquio e il pagamento sarà anticipato.

Una volta che si deciderà di iniziare il percorso, ovvero di proseguire oltre il primo colloquio gratuito e conoscitivo, sarà necessario stipulare il nostro accordo attraverso una serie di documenti (contratto e informative) che dovrai compilare firmare e re-inviarmi per essere sicuri di tutelarci e tutelare il percorso che faremo.